R&D: Le tecnologie che stiamo sviluppando per ridurre le emissioni

Scienza e Tecnologia

Abbiamo incontrato il dottor Vijay Swarup, vicepresidente del settore Ricerca e Sviluppo (R&D) della ExxonMobil per chiedergli dei programmi su cui l’azienda sta concentrando le proprie risorse R&D globali per risolvere la doppia sfida che abbiamo di fronte.

Vijay era in viaggio in Europa per collaborare con legislatori, accademici e scienziati, incluso il nostro team R&D europeo, su un’ampia gamma di progetti.

Scopri a che punto siamo nello sviluppo di tecnologie essenziali per il nostro futuro energetico – come i biocarburanti e la cattura e lo stoccaggio delle emissioni di anidride carbonica (CCS) – e perché la ExxonMobil è in buona posizione per trasformare queste idee in una realtà applicabile su ampia scala.

Hai poco tempo? Puoi guardare qui i cinque punti principali dell’intervista a Vijay:

Una delle priorità del settore R&D della ExxonMobil è lo sviluppo di biocarburanti prodotti da alghe e da biomassa cellulosica. Vijay ha sottolineato che le auto elettriche hanno un ruolo importante nel futuro dei trasporti, ma ci sono alcuni mezzi – come aerei, camion e navi – che richiedono densità di energia che riteniamo possa essere fornita da biocarburanti a basse emissioni.

Scopri nel video che segue cosa ha detto Vijay sui biocarburanti ai quali stiamo lavorando:

Un’altra tecnologia su cui ci stiamo concentrando è quella della cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica (nota nella comunità scientifica come CCS – carbon capture and sequestration). Esistono diversi modi per catturare la CO2: dalle emissioni dei camini degli impianti industriali all’aspirazione diretta dall’aria con un impianto specifico che può essere situato in molti luoghi diversi.

Indipendentemente dalla tecnologia (o dalle tecnologie) che utilizziamo per la CCS, si tratta di un passo fondamentale nel percorso di riduzione delle emissioni. L’Agenzia Internazionale dell’Energia concorda e si tratta di un’opinione condivisa da molti.

Vijay ci ha aggiornato sui diversi tipi di tecnologia CCS a cui stiamo lavorando:

I paesi europei hanno fissato ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2, uno sviluppo accolto con favore da Vijay. “Sotto il profilo tecnologico, le grandi ambizioni sono un fattore chiave”, ha affermato. “L’ambizione sarà il catalizzatore per l’innovazione”.

Per raggiungere gli obiettivi stabiliti, è necessaria una sinergia tra politiche, infrastrutture e tecnologia. Ed è proprio quando questi tre fattori convergono che si presentano grandi opportunità di progresso.

Nella terza parte dell’intervista, Vijay conclude la discussione fornendoci un esempio di questo tipo di opportunità – il progetto Porthos CCS nel porto di Rotterdam, in Olanda – e indicando quale ritiene sia la chiave per una ricerca di successo:

Tags:   biocarburantebiocarburanti a base cellulosicabiocarburanti prodotti da alghecattura della CO2cattura e sequestro dell’anidride carbonicacattura e stoccaggio dell’anidride carbonicaCCSDoppia sfidaDott. Vijay SwarupPORTHOSR&Dricerca e sviluppoRotterdam
Potrebbe piacerti anche

Scopri di più