Alla ricerca di soluzioni globali in tutto il mondo: cattura della CO2

Scienza e Tecnologia

A volte, occorre cercare in lungo e in largo per trovare un’altra persona che abbia la stessa passione e le conoscenze complementari necessarie per risolvere un rompicapo in campo scientifico. Quando la soluzione può potenzialmente svolgere un ruolo importante nella soluzione della doppia sfida in campo energetico, i ricercatori della ExxonMobil sono pronti a cercare fin dove occorra per trovare il partner più adatto.

Così quando Tim Barckholtz, Senior Scientific Advisor della ExxonMobil, ha voluto comprendere meglio un aspetto chiave della tecnologia per la cattura dell’anidride carbonica che abbiamo sviluppato con FuelCell Energy non ha esitato a percorrere 6.400 km per incontrare la professoressa Barbara Bosio dell’Università di Genova, in Italia, dando vita a una partnership di ricerca.

Nonostante li separasse l’oceano Atlantico, Tim e Barbara hanno sviluppato un progetto di ricerca che ha consentito di compiere un passo avanti verso l’utilizzo delle celle a combustibile a carbonati fusi per la cattura della CO2 e la contemporanea generazione di elettricità. Il primo articolo scientifico che descrive in dettaglio i risultati della ricerca accademica è stato pubblicato nella rivista peer-reviewed Journal of The Electrochemical Society, e Tim e Barbara stanno attualmente lavorando a diversi altri.

Guarda come la loro determinazione ha portato al progresso della ricerca:

Tags:   Barbara Bosiocattura della CO2cattura e stoccaggio dell’anidride carbonicaCCScelle a combustibilecelle a combustibile a carbonati fusicollaborazioneFuelCell Energyricercariduzione delle emissioniTim BarckholtzUniversità di Genova
Potrebbe piacerti anche

Scopri di più